upside down

each of us has its own creative side, more or less developed and each of us can push our creative thinking, our own vision, beyond any limit we can imagine. I was once told a phrase that really impressed me: "the upside down is at the base of everything". I began to study photography with passion when I discovered that it was a very powerful means of achieving individual freedom in the obsessive search for creativity. yes .... obsessive .... because in the precise moment in which you change your point of view, then you will be free to create something that is paradoxically at the antipodes with respect to what you are observing. this work is in constant evolution and will never stop until I keep shooting to freeze time. the images that are here today will make way for something new, something that I will certainly discover when I have the courage to change my point of view, to seek a new creative side in an immobile and immutable reality: upside down.

sottosopra

ognuno di noi ha il suo lato creativo, più o meno sviluppato ed ognuno di noi può spingere il proprio pensiero creativo, la propria visione, oltre ogni limite si possa immaginare. una volta mi è stata detta una frase che mi  ha molto colpito: "il sottosopra è alla base di tutto". ho iniziato a studiare con passione la fotografia nel momento in cui ho scoperto che si trattava di un mezzo potentissimo per raggiungere la libertà individuale nella ricerca ossessiva della creatività. si....ossessiva....perchè nel preciso istante in cui cambi il tuo punto di vista, allora sarai libero di creare qualcosa che paradossalmente è agli antipodi rispetto a ciò che stai osservando. questo lavoro è in continuo divenire e mai si fermerà fino a quando continuerò a scattare per fermare un istante. le immagini che sono qui oggi, faranno strada a qualcosa di nuovo, qualcosa che certamente scoprirò nel momento in cui avrò il coraggio di cambiare punto di vista, di cercare un nuovo lato creativo in una realtà immobile ed immutabile: upside down.